Cerca
  • Italiano
    • Inglese
e-lims® on-line Analysis Results
e-commerce submit your Laboratory Orders

Metalli e Microelementi

L’analisi dei metalli pesanti si inserisce nel più ampio scenario del controllo della presenza di sostanze indesiderate.
A partire dal Reg. CE n. 466/2001 e con il successivo Reg. CE n. 1881/2006 la presenza di alcuni metalli in alimenti è stata sottoposta a particolari restrizioni. L’aumento delle analisi rivolte alla verifica del contenuto di contaminanti inorganici ha portato l’attenzione su problematiche emergenti, legate alla presenza di elementi come cadmio, piombo, mercurio e arsenico, sia in prodotti destinati all’alimentazione umana che animale.

Tipologie di Metalli Pesanti

Metalli pesanti “Classici”

  • Arsenico
  • Cadmio
  • Mercurio
  • Piombo

Altri elementi contaminanti

  • Rame
  • Stagno
  • Alluminio
  • Nichel
  • Cromo
  • Cobalto
  • Manganese
  • Zinco
  • Ferro
  • Arsenico Inorganico

Tecniche analitiche

La spettrometria di massa inorganica, indicata con ICP-MS – Inductively Coupled Plasma Mass Spectrometry, è la tecnica analitica per la ricerca di tracce di contaminati inorganici (nell’ordine di grandezza delle parti per bilione – ppb).
Questa tecnica che si basa sull’utilizzo della spettrometria di massa abbinata al plasma accoppiato induttivamente, prevede l’utilizzo di una torcia al plasma (ICP) per produrre la ionizzazione e di uno spettrometro di massa per la separazione e rivelazione degli ioni prodotti.
Quando i limiti da raggiungere sono dell’ordine delle parti per milione (ppm), come nel caso di rame e stagno, le analisi possono essere condotte anche in ICP-AES (Inductively Coupled Plasma Atomic Emission Spectroscopy), in cui il flusso del plasma è indirizzato su un rilevatore ottico.

Riconoscimenti

Le procedure analitiche sono accreditate dall’Ente ACCREDIA in accordo alla norma internazionale UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005.

NEOTRON è accreditato dall’Ente QS (Germany).

Riferimenti normativi

Commission Regulation (EC) No 1881/2006 of 19 December 2006 setting maximum levels for certain contaminants in foodstuffs.
Council Directive 90/496/EEC of 24 September 1990 on nutrition labelling for foodstuffs.

 

Per richiedere i risultati degli ultimi Proficiency Tests contattare la funzione Assicurazione Qualità.

Ultimo aggiornamento: 09/11/2018 15:31:44